AAC Srl non utilizza cookie.

L’accumulatore a sabbia è l’invenzione di un team di giovani imprenditori finlandesi ideale per l’accumulo di calore. Infatti la sabbia può essere riscaldata fino a 1000 °C e oltre.

L’idea è di convertire in calore elettricità prodotta dai pannelli fotovoltaici o da un impianto eolico e immagazzinarla per un uso successivo. Utilizzare la sabbia come supporto di conservazione porta a un funzionamento sicuro e ad un equilibrio naturale nel ciclo di conservazione.

La sabbia come soluzione economica, pulita e illimitata

La sabbia è un materiale economico e abbondante, che si può trovare in molti luoghi del mondo. Anche non volendo pensare alle spiagge, i deserti sabbiosi costituiscono il 15% delle terre emerse.

Inoltre le emissioni di CO2 dell’accumulatore di calore sono collegate ai materiali da costruzione e alla fase di costruzione. Si può quindi dire che il calore prelevato è pulito come lo era l’elettricità immessa nell’accumulatore.

Le “batterie” a sabbia costituiscono accumulatori di calore stabili e convenienti economicamente per il teleriscaldamento e le applicazioni industriali. La nuova soluzione consente di aumentare l’energia solare o eolica fino al 100% del fabbisogno di riscaldamento ed elettricità.

https://youtu.be/hud3xEX_15Q

L’accumulatore a sabbia richiede spazio

La dimensione dei magazzini di sabbia varia da decine a migliaia di metri cubi. Un adeguato isolamento tra lo stoccaggio e l’ambiente garantisce un lungo periodo di conservazione, fino a mesi, con perdite di calore minime.

Per facilitare questo e ridurre i metri quadri sottratti all’edificio da riscaldare, è possibile interrare il deposito.

L’accumulo di calore è infatti sempre una parte di un sistema energetico. Ciò che si tratti di una rete di riscaldamento di un unico edificio, di una grande rete di teleriscaldamento o di un sistema elettrico e di riscaldamento autonomo di un’isola. Ciascuno degli accumulatori di calore viene personalizzato in base alle esigenze e alle necessità del cliente.

Un impianto già realizzato in Finlandia

L’accumulatore di calore ad alta temperatura è stato brevettato e si presta ad essere utilizzato su larga scala. La soluzione, infatti, potrebbe fornire energia stabile, conveniente e pulita a una grande città così come a villaggi isolati.

Il primo accumulatore di calore commerciale realizzato da Polar Night Energy è collegato alla rete di teleriscaldamento di Vatajankoski a Kankaanpää, in Finlandia. L’impianto pilota è collegato alla rete di teleriscaldamento della città di Tampere, in Finlandia.

Questo accumulatore ha una potenza di riscaldamento di 100 kW e una capacità di 8 MWh. L’utilizzo su vasta scala dello storage inizierà entro la fine del 2022.

 

 

(© AAC Srl) autore R.G.


AAC Srl

La AAC (Advanced Automation Consultant S.r.l.) nasce nel 1995 dalla sinergia delle competenze di ingegneri che hanno maturato una esperienza pluriennale in aziende di rinomanza internazionale di settori diversi. Dalle dimensioni contenute, l'azienda si occupa di robotica, domotica, web design e formazione con flessibilità, competenza, personalizzazione e costi contenuti.

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.